Autore: Monica Torriani

One Health: una questione di opportunità

Siete anche voi stanchi di dissertazioni che puntano alla contrapposizione fra bene e male? Sfortunatamente la realtà non è così semplice come alcuni esempi di comunicazione ce la dipingono, anche per quanto riguarda il tema One Health. La sua complessità non ci permette di individuare la linea di demarcazione fra bene e male e posizionarci dove riteniamo per poterci ritenere al sicuro. One Health: abbiamo una sola salute Ciò che sappiamo, a livello di buon senso, da millenni oggi è dimostrato chiaramente dai numeri. Sono 9 milioni le persone che ogni anno muoiono per le conseguenze dirette o indirette dell’inquinamento...

Read More

SIAMO TUTTI PAZIENTI

Come chiunque si occupi degli stessi temi con cui io ho a che fare ogni giorno, sento una grande responsabilità verso ciò che faccio. E verso chi lo faccio. IL PAZIENTE, VERO OBIETTIVO DELLA COMUNICAZIONE HEALTHCARE Credo che chi lavora nell’healthcare debba ricordarsi, ogni giorno, attraverso ogni parola qual è il suo fine ultimo. Personalmente, ritengo che la nostra stella polare sia il paziente. Anche quando progettiamo iniziative di comunicazione per le aziende, lo facciamo pensando ai pazienti, perché è a loro che si rivolge. Il linguaggio è diverso se l’articolo, il podcast, il webinar o il video sono per farmacisti...

Read More

Malattie respiratorie croniche: ripensare la cura

Le stime raccontano di  numeri impressionanti. Nel 2028, il numero di malati cronici con almeno una patologia salirà a 25 milioni, mentre le persone con multi-cronicità saranno 14 milioni. Non dobbiamo, infatti trascurare un aspetto particolarmente importante: le malattie respiratorie croniche trascinano appresso le cronicità cardiovascolari, complicando una situazione già affatto semplice. I numeri sono destinati a crescere per diverse ragioni: prima fra tutte la configurazione demografica e anagrafica del nostro Paese in secondo luogo, a causa della progressiva emersione dei tanti casi non diagnosticati che vengono rilevati grazie al miglioramento della diagnostica in ultimo, a causa della sospensione (più...

Read More

Vaccino e trombosi CVST: una correlazione causale o una pura casualità?

Bernard Bégaud, docente di Farmacovigilanza e Farmacoepidemiologia presso l’Università di Bordeaux e riferimento mondiale per questo settore, è il protagonista dell’evento webinar che AIFA ha organizzato oggi. Il dibattito si propone di indagare le modalità con cui l’interpretazione del segnale in farmacovigilanza produce evidenze per la salute pubblica per quanto riguarda i vaccini i vaccini anti COVID-19. Sono molto soddisfatta di essere stata fra le 10.000 e più persone in collegamento, pronta ad ascoltare informazioni che in questo momento possono davvero fare la differenza per la comprensione del contesto in cui ci muoviamo. Vaccini ed effetti collaterali: la trombosi del...

Read More

ISCRIVITI QUI!